18 maggio 2021

ETF Green Bond: quale impatto sugli investimenti nel 2020  

Banner-image

Qualora ci fosse stato bisogno di ulteriori prove della velocità inaudita a cui procede il cambiamento climatico, il 2020 ne ha fornite in abbondanza. L'estensione della calotta artica ha eguagliato il 2016 in quanto a livello più basso di sempre. Le temperature globali sono state le seconde più calde mai registrate, surclassando il 2019 che si attesta ora al terzo posto. Al contempo, i dati satellitari hanno rivelato che le concentrazioni di CO2 hanno continuato ad aumentare nonostante la pandemia, raggiungendo un livello globale che non si vedeva da 5 milioni di anni1

Eppure, malgrado tutte le statistiche allarmanti sul riscaldamento globale, abbiamo ancora una grande opportunità di limitare il cambiamento climatico prima che sia troppo tardi. Secondo le ricerche scientifiche, un incremento di 1,5°C rappresenta la soglia oltre la quale le ripercussioni sull'ambiente e sui modelli climatici sarebbero considerevoli. Ecco perché questo obiettivo è stato codificato nell'Accordo di Parigi del 2015.

"Gli scienziati concordano sul fatto che per avvicinarsi all'obiettivo di contenere l'aumento della temperatura globale a 1,5°C, le emissioni devono scendere rapidamente a 25 gigatonnellate entro il 2030", riporta il programma delle Nazioni Unite per l'ambiente. "La nostra sfida: sulla base degli impegni assunti ad oggi, le emissioni sembrano sulla buona strada per raggiungere le 56 gigatonnellate di CO2 entro il 2030."

Abbiamo raccontato più volte come i green bond permettano di avere un impatto positivo sul pianeta e svolgano un ruolo di primo piano nella transizione climatica; è importante sottolineare che i green bond sono stati creati per finanziare direttamente progetti che presentino benefici ambientali o climatici positivi. 

Se impegno, politiche e azioni possono portare a una riduzione delle emissioni del 7,6% ogni anno tra il 2020 e il 2030, POSSIAMO limitare il riscaldamento globale a 1,5 ° C. Questo valore è la nostra soluzione per il pianeta.

Programma Ambientale dell’Unione Europea

Le obbligazioni verdi costituiscono ancora una piccola parte del mercato obbligazionario, ma stanno crescendo rapidamente. Come vedremo in questo post, le ragioni per includere i green bond nei portafogli non sono mai state così rilevanti. Prova a pensare cosa potrebbe succedere se riposizionassimo le migliaia di miliardi dei mercati obbligazionari in investimenti più verdi.

Un mercato da 1.000 miliardi di dollari per una finanza davvero green

A dicembre 2020 il mercato dei green bond ha oltrepassato un importante traguardo: 1.000 miliardi di dollari di emissioni complessive dal lancio di questo mercato nel 2007. Solo nel 2020 i volumi di emissioni hanno raggiunto un record di 290 miliardi di dollari, secondo la Climate Bonds Initiative (CBI)2, un'organizzazione non-profit che mira a mobilizzare il mercato obbligazionario a favore della lotta al cambiamento climatico. Alla data odierna, nel 2021 il totale delle emissioni si attesta a 1.200 miliardi di dollari mentre il dato da inizio anno è pari a 124 miliardi di dollari.3 

annual green bond

note

Come si può vedere dalla score card della CBI relativa al mercato dei green bond (a lato), l'emissione di obbligazioni verdi è cresciuta del 9% nel 2020, nonostante la crisi dovuta al Covid-19. La battuta d'arresto subita dai green bond al culmine della crisi non ha impedito il moltiplicarsi di progetti legati alle obbligazioni verdi, che si sono riversati sul mercato nel miglior terzo trimestre di sempre per questa asset class.

16
totale degli emittenti sovrani che, insieme a Egitto, Germania, Ungheria e Svezia, hanno emesso green bond per la prima volta nel 2020
48
percentuale di nuove emissioni provenienti dall'Europa lo scorso anno - il principale emittente di questa asset class
USA, Germania, Francia

i primi 3 emittenti di green bond nel 2020

Fonte: CBI Global State of the Market, 2020, https://www.climatebonds.net/resources/reports/sustainable-debt-global-state-market-2020

Per saperne di più sulla crescita del mercato dei green bond e su come questi strumenti possano essere impiegati in un portafoglio obbligazionario, sfoglia l’ultima Expert’s View.

L'impatto che gli investitori possono esercitare con i green bond

Le statistiche che abbiamo riportato sopra suggeriscono che i green bond stanno acquisendo popolarità tra gli investitori. Ma come funzionano? ​

 thumbnail

Il modo più semplice per rappresentare il potere di questa asset class è utilizzare il nostro ETF Green Bond (Bloomberg ticker: CLIM) come esempio. Dalla nostra analisi dei dati (clicca qui per il report completo), è possibile farsi un'idea di ciò che gli investitori possono ottenere da un investimento in green bond, e il vasto impatto che insieme potremmo avere se riuscissimo a "riposizionare le migliaia di miliardi". 

È importante ricordare che la maggior parte delle obbligazioni verdi si basa sul principio dell'"impiego dei proventi": ciò significa che i fondi raccolti (i proventi) sono destinati a finanziare progetti green specifici (l'impiego). Questo principio fa degli ETF sui green bond un'ottima scelta per intraprendere un'azione diretta sul clima in modo semplice, con la garanzia che il denaro investito finanzi progetti a favore dell'ambiente.

 Nel 2020, i primi tre settori a cui sono stati destinati i proventi generati dal Lyxor Green Bond (DR) UCITS ETF sono Energia (45%), Edifici ecocompatibili (24%) e Trasporti puliti (19%).4   

Energy

Indicatori d'impatto per Lyxor Green Bond (DR) UCITS ETF

Nel 2020, anche la somma relativamente modesta di 550 milioni di Euro investiti nel nostro ETF sui green bond ha ottenuto risultati sorprendenti in questi settori. Come potete vedere qui sotto, sono state risparmiate 438mila tonnellate di emissioni equivalenti di CO2, il che corrisponde a quasi 95.000 autovetture in meno sulla strada in un anno.** È stata finanziata una quantità di energia rinnovabile sufficiente ad alimentare quasi 28.000 abitazioni,** ed è stato effettuato un trattamento delle acque tale da riempire 16 piscine olimpioniche.

Un impatto rilevante nel 2020!

438

Gli investitori hanno inoltre sostenuto 7 dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (SDG), che mirano a sconfiggere la povertà, combattere le disuguaglianze e lottare contro il cambiamento climatico. Ogni obiettivo si prefigge una serie di traguardi da raggiungere entro il 2030, e i green bond orientati a progetti specifici rappresentano un'occasione unica per investire direttamente nei diversi obiettivi degli SDG.

Esposizione agli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite per ponderazione del portafoglio

clean

Guarda ‘The impact of CLIM in 2020’ per scoprire l'impatto del nostro ETF Green Bond

Esempio di un progetto: analisi del caso di E.ON

Vediamo ora nello specifico due green bond emessi da E.ON e detenuti nell'ETF. Ogni emissione ha risparmiato circa 2.980.000 tonnellate di CO2 equivalente. Per una selezione esaustiva dei casi di studio e per comprendere la nostra metodologia, sfoglia il nostro report completo sull'impatto ambientale qui

Focus on EON

EON case study #2

Intraprendere un'azione diretta contro il cambiamento climatico con l'ETF sui green bond di Lyxor 

Crediamo fermamente che i green bond siano un potente strumento per esercitare un impatto sul clima e/o sull'ambiente attraverso i propri investimenti.

In un recente sondaggio condotto nel Regno Unito, il 77% degli intervistati ha riconosciuto il cambiamento climatico come un rischio significativo. Tuttavia, solo il 15% deteneva investimenti a favore di un mondo più verde ed equo.  Se vi riconoscete in questa descrizione, gli ETF sui green bond potrebbero aiutarvi a riallineare il vostro portafoglio con la vostra filosofia.

Il nostro ETF sui green bond...

pin 1

    

  

…promuove l'azione diretta a favore del clima con un patrimonio di oltre 500 milioni di Euro.

pin2

   

   

…investe in oltre 400 green bond approvati dalla Climate Bonds Initiative, assicurandosi che ciascuno di essi aderisca ai Green Bond Principles

pin 3

   

    

…è il primo e più grande ETF su green bond globale al mondo e il primo a ricevere la  Greenfin label

pin4

   

   

…è conforme all'Articolo 9 del Regolamento europeo relativo all'informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari (SFDR). 

È inoltre disponibile una versione con filtro ESG (ticker Bloomberg: XCO2) che applica un ulteriore screening di sostenibilità agli emittenti, escludendo quelli associati ai combustibili fossili o all'energia nucleare. 

Panoramica dei nostri ETF su green bond 

Crediamo che i green bond siano una parte fondamentale della transizione climatica e offriamo tutto il nostro sostegno alla campagna #shiftthetrillions per riposizionare le migliaia di miliardi dei mercati obbligazionari in investimenti più verdi. Immagina cosa potrebbe accadere se l'immenso potenziale del mercato obbligazionario venisse riposizionato negli investimenti green! 

Visita il nostro sito per esplorare la gamma di prodotti ESG e relativa al clima di Lyxor. Qui di seguito trovi il dettaglio dei prodotti.



1https://public.wmo.int/en/media/press-release/carbon-dioxide-levels-continue-record-levels-despite-covid-19-lockdown
 2https://www.climatebonds.net/resources/reports/sustainable-debt-global-state-market-2020 
 3https://www.climatebonds.net/ 
4Fonte: Lyxor Asset Management, marzo 2021 
5Analisi di Lyxor Asset Management, marzo 2021. **Questi indicatori si riferiscono al 47% della ponderazione del portafoglio. ** Fonte dello strumento di conversione: https://www.epa.gov/energy/greenhouse-gas-equivalencies-calculator
 6https://www.aegon.co.uk/content/ukpaw/news/climate_risk_is_
keyconcernforsaversbutonly15saytheyinvestinesgfu.html

Questo articolo è a mero scopo informativo e non deve essere considerato come un consiglio di investimento. Lyxor ETF non sponsorizza né promuove in alcun modo le società menzionate in questo articolo. Capitale a rischio. Si prega di leggere di seguito le nostre avvertenze sui rischi.

AVVERTENZE SUI RISCHI


È importante per i potenziali investitori valutare i rischi descritti di seguito e nei prospetti pubblicati sul nostro sito  www.lyxoretf.it


Capitale a rischio: Gli ETF sono strumenti di replica. Il loro profilo di rischio è simile a quello di un investimento diretto nell’indice sottostante. Il capitale investito non è protetto e gli investitori potrebbero non recuperare l’ammontare originariamente investito.

Rischio di Replica: Gli obiettivi del fondo potrebbero non essere raggiunti a causa di eventi inattesi nei mercati sottostanti che di conseguenza potrebbero impattare la metodologia di calcolo dell’indice e l’efficienza di replica del fondo.

Rischio di Controparte: Gli investitori sono esposti ai rischi derivanti dall’uso di uno swap OTC con Société Générale. Nel rispetto della normativa UCITS, l’esposizione a Société Générale non può eccedere il 10% della totalità degli asset del fondo. Gli ETF a replica fisica possono essere soggetti a rischio di controparte risultante da un programma di prestito titoli.

Rischio di Concentrazione: Gli ETF tematici selezionano i titoli azionari e obbligazionari per il loro portafoglio in base all’indice di riferimento originale. Laddove le regole di selezione siano molto estese, ciò potrebbe portare alla composizione di un portafoglio più concentrato, dove il rischio viene allocato su un numero di posizioni inferiore rispetto al benchmark di riferimento. 

Rischio legato al Sottostante: L’indice sottostante di un Lyxor ETF può essere complesso e volatile. Quando si investe in materie prime, l’indice sottostante fa riferimento ai contratti futures sulle materie prime, esponendo l’investitore a rischio di liquidità derivante da costi quali il costo di mantenimento e di trasporto. Gli ETF con esposizione ai mercati emergenti hanno un rischio maggiore rispetto agli investimenti nei mercati sviluppati, poiché sono esposti ad una vasta gamma di rischi imprevedibili legati ai mercati emergenti stessi.

Rischio di Valuta: Gli ETF possono essere esposti al rischio valuta se l’ETF è denominato in una valuta diversa da quella dell’indice sottostante replicato. Questo vuol dire che le variazioni nel tasso di cambio possono avere un effetto positivo o negativo sui rendimenti.
Rischio di Liquidità: La liquidità è fornita da market-makers registrati sui rispettivi mercati di negoziazione, dove gli ETF sono quotati, e questo vale anche per Société Générale. Sul mercato, la liquidità può essere limitata in seguito a: una sospensione sul mercato sottostante rappresentato dall’indice replicato dall’ETF; un malfunzionamento dei sistemi di uno dei mercati di riferimento, o di un altro market-maker; oppure una situazione o evento di negoziazione anomala.


Questo documento è indirizzato esclusivamente ad investitori professionali
Questo documento è ad uso esclusivo degli investitori che agiscono per conto proprio e classificati come “Controparti Qualificate” o “Clienti Professionali” ai sensi della Direttiva 2004/39/CE relativa ai Mercati degli Strumenti Finanziari.

Questo documento ha finalità di carattere meramente promozionale e non normativo. Questo documento non costituisce un’offerta o una sollecitazione di offerta, da parte di Société Générale, Lyxor International Asset Management o ciascuna delle loro rispettive affiliate o sussidiarie per l’offerta o la vendita di prodotti. Consigliamo gli investitori che desiderano ottenere maggiori informazioni sul loro trattamento fiscale di chiedere assistenza al loro consulente fiscale. L’attenzione dell’investitore deve focalizzarsi sul fatto che il valore patrimoniale netto dichiarato in questo documento (a seconda del caso) non può essere utilizzato come base per le sottoscrizioni e/o rimborsi. Le informazioni sul mercato mostrate in questo documento sono basate su dati forniti in un dato momento e possono cambiare di volta in volta. Le cifre relative alle performance passate si riferiscono o sono collegate a periodi passati e non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Questo vale inoltre per i dati di mercato storici. Il rendimento potenziale può essere ridotto a causa di commissioni, imposte, tasse o ogni altra spesa sostenuta dall’investitore. Lyxor International Asset Management (Lyxor ETF), société par actions simplifiéé con sede legale Tours Société Générale, 17 cours Valmy, 92800 Puteaux (France), 418862215 RCS Nanterre, è autorizzata e regolamentata dall’Autorité des Marchés Financiers (AMF) ai sensi della Direttiva UCITS e della Direttiva AIFM (2011/61/UE). Lyxor ETF è rappresentata nel Regno Unito da Lyxor Asset Management UK LLP, che è autorizzata e regolamentata nel Regno Unito dalla Financial Conduct Authority al Numero di Registrazione 435658.


Conflitti di Interesse 
Il presente report è redatto dal dipartimento di Marketing di Lyxor International Asset Management. Questa comunicazione contiene punti di vista, opinioni e raccomandazioni degli analisti di ricerca di Lyxor International Asset Management (“LIAM”) Cross Asset ed ETF. Nella misura in cui questo documento contiene idee di investimento basate su scenari macroeconomici delle variabili di mercato e su valutazioni relative, queste potrebbero differire dalle opinioni e raccomandazioni della Ricerca fondamentale Cross Asset ed ETF contenute nei report su singoli settori o società della Ricerca Cross Asset ed ETF e dagli scenari e opinioni di altri dipartimenti di LIAM e delle relative controllate. Gli analisti della Ricerca Cross Asset ed ETF di Lyxor si consultano periodicamente con il personale preposto alle vendite e alla gestione di portafogli sulle informazioni di mercato, inclusi, ma non limitati a: pricing, livelli di spread e attività di trading degli ETF che replicano indici azionari, obbligazionari e su materie prime. I desk di trading potrebbero negoziare, o aver negoziato, sulla base degli scenari e dei report degli analisti di ricerca. Lyxor ha politiche e procedure obbligatorie in materia di ricerca che sono ragionevolmente ideati per (i) assicurare che i fatti presentati nei report di ricerca siano basati su informazioni affidabili e (ii) prevenire una diffusione impropria o incompleta degli stessi. Inoltre, gli analisti di ricerca ricevono compensi basati, in parte, sulla qualità e l’accuratezza delle loro analisi, sulle valutazioni dei clienti, su fattori competitivi e sui ricavi totali di LIAM inclusi i ricavi da commissioni di gestione, consulenza e distribuzione. Si prega di prendere visione dell’informativa sulle raccomandazioni di investimento su http://www.lyxoretf.it/compliance. 

Informazioni sulla GDPR 
Tutti i dati personali vengono raccolti dal gruppo Lyxor1 secondo le regolamentazioni applicabili e secondo la politica relativa all’utilizzo dei dati personali di Lyxor. Ulteriori informazioni sulla politica relativa all’utilizzo dei dati personali e dei cookie è consultabile alla pagina https://www.lyxoretf.it/it/instit/about-us/privacy-and-cookies. 
1. Il gruppo Lyxor include: Lyxor Asset management UK LLP, Lyxor International Asset Management, Lyxor Asset Management e Lyxor International Asset Management S.A.S Deutschland.

© 2021 LYXOR INTERNATIONAL ASSET MANAGEMENT 
TUTTI I DIRITTI RISERVATI