09 Feb 2021

Investire nel Clima ribilanciando i titoli in portafoglio con un target di 1,5°C

Banner-image

I nostri ETF sul clima sono una soluzione di investimento ideale per contribuire ad allineare un portafoglio agli obiettivi dell'Accordo di Parigi.

Questa settimana approfondiamo insieme un'analisi a cura di S&P Dow Jones Indices (S&P DJI), index provider dei nostri ETF che mirano a essere in linea con gli standard dei benchmark Paris-Aligned dell'Unione Europea, i quali hanno gli stessi obiettivi dell'Accordo di Parigi. Ben Leale-Green, ESG Analyst, spiega come vengono selezionati e ribilanciati i titoli negli indici Paris-Aligned & Climate Transition (PACT) di S&P DJI. 


Come vengono determinate le ponderazioni degli Indici S&P PACT?

Ben Leale-Green, Analyst, Research & Design, ESG indices presso S&P DJI 


ben

Ad aprile 2020, S&P DJI ha istituito gli Indici S&P PACTTM (Indici S&P Paris-Aligned & Climate Transition). Questi indici mirano ad allinearsi con uno scenario climatico che prevede un aumento della temperatura limitato a 1,5oC, in linea con gli aspetti rilevanti del regolamento UE sui benchmark a basse emissioni di carbonio e con le raccomandazioni della Task Force on Climate-related Financial Disclosures (TCFD), mantenendo un'esposizione ampia e diversificata. Gli Indici S&P PACT comprendono gli Indici climatici S&P Paris-Aligned (PA) e gli Indici S&P Climate Transition (CT).

Prima di tutto, una semplice domanda: come vengono determinate le ponderazioni degli Indici S&P PACT?

Innanzitutto, alcune società sono escluse ("effetto di esclusione") per via di particolari attività aziendali, di controversie pubbliche1 e di un basso punteggio relativo all'allineamento con i principi del Global Compact delle Nazioni Unite (UNGC): a queste società viene assegnata una ponderazione pari a zero.

Le società rimaste vengono riponderate ("effetto di riponderazione") per raggiungere gli obiettivi legati al clima.2 Le imprese che conseguono buoni risultati dal punto di vista climatico vengono sovrappesate, mentre quelle con performance deludenti vengono sottopesate o ricevono una ponderazione pari a zero, come mostra la Figura 1 di seguito.

exhibit 1

Gli Indici S&P CT, che si conformano agli standard minimi dell'UE per i benchmark climatici, prevedono un minor numero di esclusioni rispetto agli omologhi PA, che si conformano agli standard minimi dell'UE per gli indici di riferimento UE allineati con l'accordo di Parigi. Le esclusioni basate sui combustibili fossili fanno la differenza.

Le operazioni petrolifere incidono in misura particolarmente significativa nell'esclusione delle società. Le esclusioni aggiuntive sono evidenti nelle colonne escluse della Figura 2: dagli Indici S&P PA viene esclusa una quota maggiore della capitalizzazione di mercato.

exhibit 2

Quando le società idonee vengono riponderate per raggiungere gli obiettivi climatici, osserviamo (vedi Figura 3) che la loro performance in riferimento a quattro parametri climatici ha l'impatto più ampio e significativo sulla modifica delle ponderazioni in tutte le regioni:

  • Punteggio ambientale di S&P DJI;
  • Allineamento allo scenario di 1,5oC mediante il dataset del percorso di transizione;
  • Punteggio relativo al rischio fisico; e
  • Proventi ad alto impatto climatico.

exhibit 3

Quindi in che modo le società possono migliorare la loro performance in riferimento ai parametri climatici che incidono maggiormente sulla loro ponderazione negli Indici S&P PACT? 

Le aziende non ammesse nell'indice possono ridurre le esposizioni indesiderate (ad es. le controversie pubbliche e il disallineamento dall'UNGC, misurato dal GC Score di Arabesque). Le società idonee possono ottenere una ponderazione maggiore negli Indici S&P PACT riducendo notevolmente l'intensità di carbonio su base annua (per migliorare il loro allineamento allo scenario di 1,5oC), divulgando maggiori informazioni sulle politiche e sui parametri ambientali (per migliorare il loro punteggio ambientale di S&P DJI3), migliorando la performance in riferimento alle politiche e ai parametri ambientali (sempre per migliorare il loro punteggio ambientale di S&P DJI), cedendo asset in località altamente esposte a rischi fisici e riducendo i fattori di sensibilità al rischio fisico degli asset (per migliorare il loro punteggio relativo al rischio fisico).

La Figura 4 mostra i casi di studio relativi alle singole società, che sono spiegati in modo più dettagliato qui. Per esempio, PPG Industries Inc ottiene un sovrappeso maggiore rispetto ad Albemarle Corp grazie al suo allineamento allo scenario di 1,5°C. Anche il sovrappeso di McDonald's Corp supera quello di Starbucks Corp in virtù di un punteggio ambientale più favorevole e di un rischio fisico più contenuto, mentre l'ottimo punteggio ambientale e l'allineamento allo scenario di 1,5°C di Exelon Corp non compensano il rischio fisico potenziale elevato, con conseguente sottoponderazione della società. 

exhibit 4

Per ulteriori dettagli, consulta il nostro articolo sulla determinazione delle ponderazioni negli Indici S&P PAC.

I post sul blog Indexology di S&P DJI sono opinioni, non consulenze. Si prega di leggere i nostri disclaimers.

Pubblicato il 10 dicembre 2020 da S&P Dow Jones Indices su Indexology Blog.

1 Le controversie pubbliche sono valutate da SAM, società appartenente a S&P Global, Media Stakeholder Analysis (MSA), che monitora le controversie in corso delle società.
2 Gli obiettivi legati al clima includono la decarbonizzazione del 7% su base annua, la riduzione dell'intensità di carbonio, l'allineamento allo scenario di 1,5oC utilizzando il dataset del percorso di transizione di Trucost, società appartenente a S&P Global, il miglioramento del punteggio ambientale di S&P DJI, il controllo/miglioramento della quota green/brown, il contenimento del rischio fisico, il vincolo dei proventi ad alto impatto climatico, il limite di sovrappeso basato sulla comunicazione delle emissioni di carbonio, il sovrappeso degli Science-Based Target e il controllo/la riduzione dell'esposizione alle riserve di combustibili fossili.
3 Il punteggio ambientale è il pilastro ambientale dei punteggi ESG di S&P DJI.
4 La tabella impiega un sistema di codifica a colori in cui le tonalità di verde rappresentano un'esposizione relativamente positiva ai parametri climatici, mentre le tonalità di arancione rappresentano valori meno favorevoli rispetto agli omologhi. Per esempio, per ottenere un buon punteggio in termini di percorso di transizione (verde) occorre restare al di sotto del bilancio del carbonio di 1,5°C su base prospettica, ma per il punteggio ambientale vale il contrario, perché un valore più alto (verde) denota un miglior punteggio complessivo. Allo stesso modo, un punteggio più basso (verde) relativo al rischio fisico induce a sovrappesare le azioni, mentre un rapporto green/brown più basso (rame) in relazione ai ricavi influisce negativamente sulla ponderazione, specialmente nel settore delle utilities.



 

La view di Lyxor

Ringraziamo Ben e S&P DJI per questo approfondimento sugli indici S&P Paris-Aligned e Climate Transition. Noi di Lyxor pensiamo che sia molto importante per gli investitori capire il "come" e il "perché" della selezione e della ponderazione dei titoli nei loro fondi climatici. È troppo facile concentrarsi sulle notizie da prima pagina dell'investimento climatico ("allineamento allo scenario di 1,5°C", "emissioni nette zero", ecc.) senza comprendere appieno ciò che significano in concreto all'interno di un ETF.
In Lyxor ci impegniamo a mettere a disposizione degli investitori tutti gli strumenti ETF necessari per fare davvero la differenza su clima, ESG, megatrend e Core a basso costo. Il nostro obiettivo è la totale trasparenza, per questo siamo stati il primo fornitore di ETF a istituire un vero e proprio Termometro di Portafoglio che mostra le temperature implicite di molti ETF della nostra gamma.

Per saperne di più sui nostri ETF che possono contribuire a ridurre l’impronta di carbonio del tuo portafoglio, scopri le nostre soluzioni sul clima.

Questo articolo ha scopo puramente informativo e non deve essere considerato una consulenza d'investimento. Lyxor ETF non appoggia né promuove in alcun modo le società menzionate in questo articolo. Le opinioni espresse sono quelle di Ben Leale-Green e non riflettono necessariamente le opinioni di Lyxor International Asset Management o di Société Générale. Rischio di perdita del capitale. Si prega di leggere le nostre Avvertenze sui rischi qui di seguito.

Risk Warning

This document is for the exclusive use of investors acting on their own account and categorised either as “Eligible Counterparties” or “Professional Clients” within the meaning of Markets in Financial Instruments Directive 2014/65/EU. These products comply with the UCITS Directive (2009/65/EC). Société Générale and Lyxor International Asset Management (LIAM) recommend that investors read carefully the “investment risks” section of the product’s documentation (prospectus and KIID). The prospectus and KIID are available free of charge on www.lyxoretf.com, and upon request to client-services-etf@lyxor.com.

Except for the United-Kingdom, where this communication is issued in the UK by Lyxor Asset Management UK LLP, which is authorized and regulated by the Financial Conduct Authority in the UK under Registration Number 435658, this communication is issued by Lyxor International Asset Management (LIAM), a French management company authorized by the Autorité des marchés financiers and placed under the regulations of the UCITS (2014/91/EU) and AIFM (2011/61/EU) Directives. Société Générale is a French credit institution (bank) authorised by the Autorité de contrôle prudentiel et de résolution (the French Prudential Control Authority).

The products mentioned are the object of market-making contracts, the purpose of which is to ensure the liquidity of the products on the London Stock Exchange, assuming normal market conditions and normally functioning computer systems. Units of a specific UCITS ETF managed by an asset manager and purchased on the secondary market cannot usually be sold directly back to the asset manager itself. Investors must buy and sell units on a secondary market with the assistance of an intermediary (e.g. a stockbroker) and may incur fees for doing so. In addition, investors may pay more than the current net asset value when buying units and may receive less than the current net asset value when selling them. Updated composition of the product’s investment portfolio is available on www.lyxoretf.com. In addition, the indicative net asset value is published on the Reuters and Bloomberg pages of the product, and might also be mentioned on the websites of the stock exchanges where the product is listed.

Prior to investing in the product, investors should seek independent financial, tax, accounting and legal advice. It is each investor’s responsibility to ascertain that it is authorised to subscribe, or invest into this product. This document is of a commercial nature and not of a regulatory nature. This material is of a commercial nature and not a regulatory nature. This document does not constitute an offer, or an invitation to make an offer, from Société Générale, Lyxor Asset Management (together with its affiliates, Lyxor AM) or any of their respective subsidiaries to purchase or sell the product referred to herein.

Research disclaimer

Lyxor International Asset Management (“LIAM”) or its employees may have or maintain business relationships with companies covered in its research reports. As a result, investors should be aware that LIAM and its employees may have a conflict of interest that could affect the objectivity of this report. Investors should consider this report as only a single factor in making their investment decision. Please see appendix at the end of this report for the analyst(s) certification(s), important disclosures and disclaimers. Alternatively, visit our global research disclosure website www.lyxoretf.com/compliance.

Conflicts of interest

This research contains the views, opinions and recommendations of Lyxor International Asset Management (“LIAM”) Cross Asset and ETF research analysts and/or strategists. To the extent that this research contains trade ideas based on macro views of economic market conditions or relative value, it may differ from the fundamental Cross Asset and ETF Research opinions and recommendations contained in Cross Asset and ETF Research sector or company research reports and from the views and opinions of other departments of LIAM and its affiliates. Lyxor Cross Asset and ETF research analysts and/or strategists routinely consult with LIAM sales and portfolio management personnel regarding market information including, but not limited to, pricing, spread levels and trading activity of ETFs tracking equity, fixed income and commodity indices. Trading desks may trade, or have traded, as principal on the basis of the research analyst(s) views and reports. Lyxor has mandatory research policies and procedures that are reasonably designed to (i) ensure that purported facts in research reports are based on reliable information and (ii) to prevent improper selective or tiered dissemination of research reports. In addition, research analysts receive compensation based, in part, on the quality and accuracy of their analysis, client feedback, competitive factors and LIAM’s total revenues including revenues from management fees and investment advisory fees and distribution fees.